Galleria Caju

Salvador de Bahia, Brasile 2010

Español       Ingles


 

® Baron Barnett

Ho appena completato il mio quinto workshop con Ernesto. Assieme a lui puoi sempre anticipare l’inaspettato. Avevamo un bel gruppo internazionale che ha arricchito la gioia dell’esperienza. L’interazione del gruppo durante le sessioni di editing è sempre molto speciale. Ernesto ha una maniera di stimolare ognuno di noi a valutare la nostra opinione. Alla fine riesci a mettere a fuoco meglio e a raffinare i tuoi sensi. Sempre ritorni a casa con delle foto molto speciali. C’è sempre un elemento spirituale quando segui uno dei workshop di Ernesto. Non importa se ti trovi in un mercato, una processione, una cerimonia africana o sei stai semplicemente girovagando nella campagna o se sei assieme ai pescatori e le loro famiglie, hai sempre una sensazione chiara del luogo in cui ti trovi. Un nuovo aspetto che ho notato di Ernesto è che sembra di seguire il pifferaio magico. I bambini e le famiglie nella vecchia fabbrica di cioccolata e nel campo dei senza terra hanno sviluppato una certo rapporto con lui. I ragazzini gli rimangono incollati dovunque lui vada. Grazie Ernesto per aver organizzato un’altra esperienza memorabile!

Baron Barnett

 

 



 

 

® Birgit Vagani

Questo workshop è stato il secondo che seguo con Ernesto e l’esperienza è stata molto ispiratrice e piena di magia come la prima durante il workshop di Iquitos in Perù nel 2009. Viaggio in Brasile da diverso tempo, ma il Brasile che ho vissuto in questi 10 giorni è stato un Brasile totalmente diverso da quello che ho conosciuto nelle mie visite precedenti. Conoscere a fondo Salvador e la sua gente è stata un’esperienza speciale e profonda. Buona per l’anima come direbbe Baron. Abbiamo incontrato comunità straordinarie dentro la città e in campagna, pescatori che vivono nei loro villaggi remoti seguendo tradizioni centenarie, famiglie che occupano illegalmente una ex fabbrica abbandonata, donne incinte che fanno crescere i propri figli con uno spirito comunitario nelle campagne, bambini che si reinventano creativamente giocando con ciò che la natura gli mette a disposizione. Alla fine tutte queste micro storie sono diventate parte di una storia più grande. Nonostante il destino dei singoli, la sfortuna o le difficoltà, ogni persona che abbiamo conosciuto ci ha ricevuti con un grande, caldo sorriso, pronti a condividere e ad aprire le loro porte abbracciando la vita com’è: con pura felicità e dignità. La spiritualità gioca un ruolo importante di sostegno e siamo stati molto fortunati nell’avere potuto partecipare a cerimonie e feste religiose. Voglio ringraziare Ernesto per averci condotto e per essere una continua fonte d’ispirazione per tutti noi. Voglio anche ringraziare i miei compagni di corso Betsy, Jean, Margit, Liz, Baron, Kerim and Umit per condividere il loro entusiasmo e tutta la gente di Bahia per dividere con noi la loro vita. E’ stato fantastico vedere come ognuno di noi sviluppava il proprio linguaggio fotografico catturando l’essenza di alcuni dei nostri incontri fotografici. Ritornerò presto. Non vedo l’ora di essere nuovamente a Bahia il prossimo marzo 2011.

Birgit Vagani

 

 



 

 

® Jean Ross

Salvador mi è cresciuta dentro. All’inizio non ero tanto sicura dato che no sono un’amante della spiaggia, ma il calore e la bellezza della gente di bahia mi hanno commosso. Ritornerò. Ai miei compagni del gruppo Caju e ad Ernesto dico grazie per avermi permesso di condividere questo tempo speciale in un luogo speciale.

Jean Ross

 



 

 

® Kerim Can Ertug

Continuo a ricordare il primo giorno del workshop: dopo un lungo giorno di riprese fotografiche, mi sentivo abbastanza contento dei risultati e attendevo la sessione di editing. All’inizio, è stato abbastanza deprimente vedere Ernesto guardare le mie foto e dire:” No… troppo ovvia! No…troppo descrittiva; No… la sua espressione non è interessante!… Non mi piacciono la maglietta e il cappellino da baseball!” Credo che il suo senso della perfezione e l’attenzione ai dettagli più insignificanti mi hanno insegnato parecchio e hanno accresciuto la mia visione. Durante il workshop, con i suoi commenti onesti e incoraggianti, cercava di spingerci ad essere migliori e più critici delle nostre fotografie. Dato che lui scatta assieme a tutti i suoi studenti, dal solo fatto di osservarlo fotografare ho appreso tantissimo. Ho imparato abbastanza nell’osservare la maniera in cui si avvicina a suoi soggetti, come gli parla e come compone le sue fotografie. Mi mancano già gli altri studenti, la bella Bahia e tutte le persone speciali che abbiamo incontrato. Muoio dalla voglia di ritornare!!! Grazie Ernesto per tutto e spero di rivederti presto. Umit Okan Ernesto grazie per condividere con me e gli altri studenti il microcosmo che hai trovato a Bahia specialmente a Salvador e nei villaggi di pescatori! Con il tuo supporto e guida, ho visto ogni studente crescere nel suo viaggio fotografico. La ricerca del momento decisivo a Bahia non si è limitato a catturare bei momenti fotografici, ma anche nello scoprire la gioia di vivere e la buon natura dei bahiani. Entrambe le cose rimarranno sempre dentro di me. Spero di ritornare presto per continuare ciò che ho iniziato.

Kerim Can Ertug

 



 

 

® Liz Loh Taylor

 

Questo è stato il mio secondo workshop con Ernesto, e diventa sempre meglio, e, aggiungerei che diventa quasi assuefante! Dai villaggi di pescatori alle favelas agli accampamento dei Sem Terra, siamo sempre stati benvenuti con le braccia aperte. Prima d’iniziare un workshop mi sento oresa da un certa trepidazione… sapendo che ogni giorno sarà una sfida, una sfida per ritornare a casa con almeno una fotografia penetrante. Perché? Per rendere giustizia alla gente commovente che abbiamo incontrato e ai posti pieni di fascino e spiritualità. Ci si sono presentate situazioni straordinarie per entrare nella vita di gente unica e comunità stimolanti. Le relazioni e la conoscenza che ha Ernesto dei luoghi dove lavora è molto speciale ed è’ una benedizione che la condivida con tutti noi. Tutto ciò rende il workshop molto speciale. Muito obrigado meu mestre e amigo! Mi sono divertita tanto e vado via sentendomi arricchita sia nella mente sia nell’anima ogni qualvolta che trascorriamo tempo assieme. Grazie ancora per spingere la mia visione fotografica e le mie capacità. Apprezzo molto e necessito della tua guida e incoraggiamento quasi come una bambina!

Liz Loh Taylor

 



 

® Margit Kovisto

Questo è stato il mio primo workshop con Ernesto, e non sapevo cosa aspettarmi. Durante i dieci giorni del corso ci ha portato a fotografare caotiche folle a Salvador e in tranquilli villaggi in campagna. La gente bahiana ci è venuta in contro con calore e buon umore, e quasi sempre, ci hanno permesso di fotografare le loro famiglie, le loro case e la quotidianità della loro vita. Mi era molto, però molto difficile scattare buone fotografie che catturassero eloquentemente e facessero onore ai momenti che avevamo la fortuna di presenziare. Le dure critiche quotidiane, vedere le immagini degli altri partecipanti, e avere l’opportunità di ritornare negli stessi posti diverse volte durante il workshop ci hanno dato la struttura per imparare a fare queste fotografie meravigliose. Anche se spesso le mie foto non funzionavano, mi sono fatta una buona idea di cosa sia necessario per VEDERE meglio, e ho sviluppato un’idea migliore su quello che voglio che sia il mio approccio fotografico, e, come Ernesto aveva predetto, ho un forte desiderio di voler ritornare nella magica Salvador. Grazie Ernesto per la tua guida e grazie a tutti gli altri partecipanti per la loro compagnia durante questa avventura e per l’ispirazione che mi dato il loro lavoro.

Margit Kovisto

 

 



 

 

® Umit Okan

Continuo a ricordare il primo giorno del workshop: dopo un lungo giorno di riprese fotografiche, mi sentivo abbastanza contento dei risultati e attendevo la sessione di editing. All’inizio, è stato abbastanza deprimente vedere Ernesto guardare le mie foto e dire:” No… troppo ovvia! No…troppo descrittiva; No… la sua espressione non è interessante!… Non mi piacciono la maglietta e il cappellino da baseball!” Credo che il suo senso della perfezione e l’attenzione ai dettagli più insignificanti mi hanno insegnato parecchio e hanno accresciuto la mia visione. Durante il workshop, con i suoi commenti onesti e incoraggianti, cercava di spingerci ad essere migliori e più critici delle nostre fotografie. Dato che lui scatta assieme a tutti i suoi studenti, dal solo fatto di osservarlo fotografare ho appreso tantissimo. Ho imparato abbastanza nell’osservare la maniera in cui si avvicina a suoi soggetti, come gli parla e come compone le sue fotografie. Mi mancano già gli altri studenti, la bella Bahia e tutte le persone speciali che abbiamo incontrato. Muoio dalla voglia di ritornare!!! Grazie Ernesto per tutto e spero di rivederti presto.

Umit Okan

 


Torna alle Gallerie 2010

Share