Galleria Fieles Difuntos

Oaxaca, Messico 2008

Español        Ingles


® Alessandro Mattioni

 

Quando mi sono iscritto al workshop di Oaxaca, alcuni mesi fa, non conoscevo personalmente Ernesto; ne avevo viste alcune opere sul web e ne ignoravo totalmente la fama. Mi ha attratto la sua visone della fotografia, che trapela come una regia nascosta, dalle gallerie delle immagini dei workshop precedenti. Arrivati ad Oaxaca, si è dapprima pervasi dall’ansia e desiderio di cominciare a vedere con occhi e anima nuovi: ma come fare, da dove iniziare? Poi c’e’ la dura e giustamente impietosa revisione del proprio portfolio. Segue la frustrazione dei primi rullini, inutili. L’occhio e sopratutto il cuore devono prendere il sopravvento cominciando a vedere e “sentire” il momento da ritrarre. Rifletto incessantemente sulle parole d’incoraggiamento e le raccomandazioni di Ernesto, cercando di metterle in pratica. Pian piano si emerge dal buio, qualcosa prende luce e finalmente il risultato finale non è neanche minimamente comparabile con quello con cui si era arrivati dieci giorni prima. Ci siamo immersi nelle sfilate delle comparse mascherate, seguendone le danze attraverso le strade enel cimitero; ci siamo addentrati nei fitti mercati, ricchi di vita e colori; abbiamo trascorso la notte, illuminata da migliaia di candele, in un cimitero magico conversando con le famiglie e condividendo con loro del Mezcal. Al di là dellafotografia, il workshop e’ stato una intensa ed indimenticabile esperienza. Un’immersione in una cultura ricca, aperta e ospitale che ci ha accolto e permesso di ritrarne alcuni momenti significativi. Questa profonda esperienza umana e fotografica, che per me segna uno spartiacque con la mia precedente attività fotografica, si è realizzata anche grazie all’ottimo lavoro di mutua cooperazione tra noi studenti ed Ernesto. Grazie a tutti! Saluti anche a Juan! Alessandro Mattioni

 

 


® Fernando Pulleiro

 

Mai avrei immaginato che in un lasso di tempo così breve, come sono stati i dieci giorni che ho trascorso con Ernesto e con il gruppo a Oaxaca, avrei potuto cambiare tanto la mai visione fotografica. La passione e la generosità del nostro maestro hanno fatto il miracolo di formare un gruppo fantastico, solidale e anche divertente. La visione unica che Ernesto ha della vita, si mostra in tutto il suo splendore quando insegna, corregge, stimola e motiva i suoi alunni. Del suo talento… non è necessario parlare, le sue fotografie parlano da sole.
Grazie di tutto maestro Ernesto e spero di incontrarti nuovamente nella vita. Fernando Pulleiro


® Judy Babinski

 

Ernesto ancora grazie per un altro meraviglioso workshop del Dia de los Muertos. Tutti noi dobbiamo fare i giusti sacrifici alla Dea della Fotografia considerando la sua generosità nei nostri confronti. E grazie anche ad Alessandro, Fernando, Keith e Juan i mie compagni di viaggio. Mi sono piaciute molto le vostre foto e la vostra compagnia. Judy Babinski


® Kieth Prue

 

Dopo quattro precedenti workshop con Ernesto, ho incominciato a dubitare la mia partecipazione a un workshop successivo.
E’ stato immediatamente apparente nel mio cuore perché ero ritornato a Oaxaca. Non solo mi sono innamorato della gente in una maniera che non avevo mai sentito prima, anchela passione e la connessione al mio lavoro e il mio amore per Ernesto – la sua vitalità e la sua consapevolezza della bellezza e della preziosità della vita è molto commovente – mi hanno fatto piangere in più di un’occasione. Credo che il mio lavoro sia passato a un nuovo livello di consistenza e il mio sguardo a una freschezza senza precedenti – e per questo motivo ti ringrazio Ernesto dall’unico luogo che conosco: il mio cuore. Voglio anche ringraziare i miei compagni di corso, senza i quali questo viaggio non sarebbe stato così magico. Keith Prue

 

 


Torna alle Gallerie 2008

Share