Eclipse Total

Salvador de Bahia, Brasile 2008

Español        Ingles


 

® Deborah Valencia

 

Caro Ernesto,
ho guardato e riguardato molte volte le immagini che sono riuscita a fare a febbraio durante il tuo workshop a Salvador de Bahia… Ho smesso di guardarle per alcuni giorni per distanziarmi però ogni volta che ci ritornavo continuavo a sentire la forza di fotografie ben riuscite, immagini forti e la cosa più importante è che mi immedesimo molto in loro!
Sono venuta al tuo workshop con il proposito di ricollegarmi con la mia essenza fotografica e ci sono riuscita. M’è stato molto difficile, e tu lo sai! Separarmi dal grandangolare, dal “grande” equipaggiamento e andare per le strade solo con il 50mm come quando, tanti anni fa, incominciai a fotografare. Si, quando incominciai senza tecnica e senza sapere molto di quello che facevo ho camminato, sentito e visto; mi lasciavo portare e incominciavo a puntare la mia Olympus O-M1 con un bel 50mm f1.8…in quest’epoca riuscì a fare le mie migliori immagini.
Il tram tram quotidiano, le foto per le riviste, la pressione cui sei sottoposto da una pubblicazione, i requisiti specifici di un cliente non permettono che la tua essenza affiori. Uno entra in questo gioco e si allontana dalla propria essenza. E stato ciò che mi è passato in questi anni. Grazie al tuo workshop la mia fotografia è ritornata. Grazie per avere condiviso con tutti noi e per la tua pazienza. Un grande bacio.
Deborah Paredes Valencia

 

 


 

® Frank Baudino

 

Quando sono arrivato a Salvador ho quasi pensato d’essere ritornato a Cuba. C’è un senso di vita ed energia nelle strade di Salvador che ho sentito dal primo giorno in cui sono arrivato. Per me il momento più magico del workshop è stata la visita agli accampamenti dei Sem Terra. Questa gente priva di terra che cerca di trovare terreno da coltivare ha apprezzato molto che volevamo ascoltare le loro storie. Con grande orgoglio ci hanno mostrato le loro modeste capanne, hanno messo in posa i loro bebé e le loro mascotte per fotografarli. Ci hanno regalato della frutta e, nella nostra breve visita, ci hanno lasciato entrare nelle loro vite. In breve, ci hanno dato tutto ciò che avevano.
Ugualmente ricche sono state le nostre visite agli squatter della fabbrica di cioccolata, il villaggio di pescatori d’Acupe e il mercato di São Joaquim.
Il workshop è stato una straordinaria opportunità per fotografare la poesia della vita d’ogni giorno e, in maniera particolare, la bellezza di molta gente che mantiene vite semplici e rimane vicina alla terra. Come sempre, ho appreso tantissimo durante le sessioni d’editing guidate da Ernesto, e anche dalle animate discussioni con gli altri studenti. Era da qualche anno che non seguivo un workshop d’Ernesto e sento che ho riappreso cosa sia fare delle belle foto o almeno provare a farle.
Frank Baudino

 


® Mike Bump

 

 

 


® Paola Nalvarte

 

Prima d’Ernesto e dopo d’Ernesto. Questa è un’affermazione da considerare dopo avere seguito il tuo primo workshop con il maestro siciliano. La mia esperienza con Ernesto e il suo workshop in Brasile hanno cambiato completamente la maniera in cui guardo la gente e la vita attraverso l’obiettivo della mia macchina fotografica.
Mi sembra che improvvisamente possa vedere alcune vere fotografie dalle mie stesse foto; possa catturare momenti, sensazioni, gesti e cose che potevano essere andate via in meno di un secondo, ma io ero lì vicino e sono riuscita a vederle e a  fermarle per sempre, o per lo meno fino a quando le terrò.
Anche il fatto d’avere avuto dei compagni di corso incredibili mi ha aiutato molto. E la ciliegina sulla torta è stata la gente di Salvador de Bahia e di Acupe. Mi ha commosso la loro apertura, il loro calore e la loro generosità nei nostri confronti. Ho veramente apprezzato anche come mi hanno fatto sentire umile e invisibile. Tutte queste cose sono state le ragioni perfette per lasciarmi andare e dimenticare me stessa, avendo il privilegio di condividere e di testimoniare momenti della loro vita e d’incominciare a considerare me stessa una fotografa.
Paola Nalvarte

 


 

® Sonia Raymund

 

Dirò solamente che Salvador è un sogno. Adoro Salvador, ma mi sono innamorata completamente dei Bahianos.
Come sempre trascorrere una settimana con te Ernesto vale un intero semestre di classi. Sento che l’esperienza non è stata solo fotografica ma anche molto umana. Grazie per una settimana fantastica.
Sonia Raymund

 


® Sophie Peeters

 

Il workshop in Brasile è stato come scoprire un tesoro prezioso. La sua straripante bellezza, il calore della gente, la musica e la gioia erano attorno a noi. Ernesto, ancora una volta, mi ha fatto conoscere i posti più nascosti, più sorprendenti e più improbabili che da solo non troveresti mai. E naturalmente da queste situazioni incredibili sbocciano possibilità fotografiche davanti al nostro obiettivo. La magia d’andare a fotografare con Ernesto rimane difficile da descrivere – il suo entusiasmo è contagioso e la sua abilità di condividere è incredibile. E’ stato, ancora una volta, un viaggio indimenticabile.
Sophie Peeters


 

® Stefano Gliogli

 

E’ il mattino di un nuovo giorno e mi risveglio sotto il cielo di São Salvador da Bahia.
E’ il Brasile. Lo sento dal caldo, lo sento dall’aria profumata che dolcemente mi accarezza.
Credo che il destino mi abbia voluto qui, in compagnia di nuovi amici e d’Ernesto.
Lui, gran bella persona e saggio Maestro “dell’attimo catturato fuori del tempo”, uno di quei pochi che ha l’infinito sulla punta del naso, sempre con la sua inseparabile macchina avvinghiata al collo.
Nei dieci giorni trascorsi insieme, abbiamo fotografato sulla stessa spiaggia, nello stesso quartiere, lo stesso spazio, ma come sempre in fotografia: è lo stesso quadro ma sempre diverso, è la stessa foto ma è sempre un’altra.
Il maestro ci ha aiutato a leggere la luce per poterla riconoscere, a vedere l’invisibile per poterlo raccontare. Grazie Ernesto  
Stefano Giogli

 


 

® Willard Plate

 

Salvador è la mia nuova Cuba. Ovviamente non in senso letterale. Ma seguendo il consiglio d’Ernesto di ritornare negli stessi luoghi ripetute volte se voglio approfondire la qualità del mio lavoro, ho scelto Salvador adesso che andare a Cuba è diventato impossibile. Sono stata a Cuba sei volte. Questo è stato il mio secondo workshop a Salvador, e conto di ritornare il prossimo anno.
Salvador ha molto in comune con Cuba: la gente meravigliosa e i bellissimi paesaggi, la gran vivacità e il calore della gente, una ricca eredità africana e colori vibranti. Riuscire a fare delle belle foto non è cosa facile, ma a Salvador hai il vantaggio di sentirti benvenuto dalla gente. Consiglio questo workshop a tutti gli studenti d’Ernesto presenti e futuri.
Willard Pate

 


Torna alle Gallerie 2008

Share