Galleria Nice Try

Cuzco, Perù 2018

Español       Ingles


 

Chad_Anderson_01.jpgChad_Anderson_02.jpgChad_Anderson_03.jpgChad_Anderson_04.jpgChad_Anderson_05.jpgChad_Anderson_06.jpgChad_Anderson_07.jpgChad_Anderson_08.jpgChad_Anderson_09.jpgChad_Anderson_010.jpgChad_Anderson_011.jpgChad_Anderson_012.jpgChad_Anderson_013.jpg

® Chad Anderson

 

Non mi preoccupo più. Questo viaggio con Ernesto è stato speciale, lo sentiamo entrambi. C’è un cambiamento nella mia comprensione di questo posto, di questa gente. Un ritorno più spirituale. Lascio andare la macchina fotografica. Diaframmi, tempi, otturatore, dissolvenza uniforme.

Le immagini sono sempre lì, sempre presenti. Le vedo, chiudo gli occhi. La maggior parte “fugge”. Alcune rimangono intrappolate nel sensore della mia macchina. Sono tornato in Perù sette volte, questa è la più preziosa. Ho abbandonato le preoccupazioni. Sento il culmine di ciò che Ernesto mi ha insegnato e di ciò che abbiamo condiviso. Camminiamo, vediamo e amiamo questo posto.

Chad Anderson

 



 

Garry_Waller_01.jpgGarry_Waller_02.jpgGarry_Waller_03.jpgGarry_Waller_04.jpgGarry_Waller_05.jpgGarry_Waller_06.jpgGarry_Waller_07.jpgGarry_Waller_08.jpgGarry_Waller_09.jpgGarry_Waller_010.jpgGarry_Waller_011.jpgGarry_Waller_012.jpgGarry_Waller_013.jpgGarry_Waller_014.jpgGarry_Waller_015.jpg

® Garry Waller

 

Questo è stato il mio quarto workshop con Ernesto e avendo già visto alcuni degli incredibili lavori degli studenti dei corsi passati qui nella Valle Sacra, in Perù, sapevo che lo avrei voluto seguire e che sarebbe stato molto speciale. Mentre andavamo in giro ogni giorno, scattavo molte foto del paesaggio e ricordo di aver pensato come raramente la macchina fotografica rende giustizia alle proporzioni e alla bellezza dei luoghi che sto vedendo con i miei occhi.

Le persone che abbiamo incontrato sono state calde e gentili con tutti noi. Ero già stato in Perù due volte. quindi sapevo che è un paese in cui fotografare è molto più speciale grazie alla gente e alla loro ospitalità. Ogni giorno abbiamo scoperto nuove situazioni e opportunità fotografiche. Abbiamo trascorso una discreta quantità di tempo fotografando i lavoratori che lavorano nei campi per la raccolta delle colture. Abbiamo anche visitato piccoli villaggi dove la vita si svolge a un ritmo che non riesco a vivere molto a New York; la bellezza dei piccoli gesti quotidiani sembra in qualche modo amplificata dal ritmo lento e dall’autenticità della vita delle persone in questi luoghi.

E poi naturalmente c’è l’incredibile passione di Ernesto per il lavoro dei suoi studenti, il suo incoraggiamento per scoprire opportunità fotografiche uniche è stato più forte che mai e, ogni giorno, è stata una nuova avventura per il gruppo. Le critiche produttive ogni mattina, il mostrare e raccontare progetti fotografici passati e presenti, e il piacere di trascorrere del tempo con gli altri studenti è stato un dono che ha reso questo workshop incredibile.

Garry Waller

 



 

Laura_Kreuger_01.jpgLaura_Kreuger_02.jpgLaura_Kreuger_03.jpgLaura_Kreuger_04.jpgLaura_Kreuger_05.jpgLaura_Kreuger_06.jpgLaura_Kreuger_07.jpgLaura_Kreuger_08.jpgLaura_Kreuger_09.jpgLaura_Kreuger_010.jpgLaura_Kreuger_011.jpgLaura_Kreuger_012.jpgLaura_Kreuger_013.jpgLaura_Kreuger_014.jpg

® Laura Kreuger

 

Per me, il workshop della Valle Sacra è stato pieno di cose fatte per la prima volta: primo workshop con Ernesto, prima volta in Perù, prima volta bevendo chicha fra altre cose. Avevo sentito parlare per la prima volta dei workshop di Ernesto tre anni fa da un mentore di fiducia, e da allora ho sempre voluto partecipare.

Per dirla semplicemente, l’esperienza è  stata all’altezza della reputazione. Abbiamo vissuto numerosi momenti sacri nelle nostre peregrinazioni attraverso le montagne e le valli intorno a Cusco e Pisac. Il calore e la natura accogliente delle persone che abbiamo incontrato hanno portato a questi momenti sacri pieni di vulnerabilità, intuizione e compassione. Ho visto e vissuto il paese in un modo che non avrei mai avuto il coraggio di fare da sola, e credo che tutto ciò mi abbia permesso foto più convincenti e perspicaci.

La vulnerabilità e l’intuizione sono state trasferite nelle nostre sessioni di editing, in cui Ernesto ha condiviso il suo talento, soprattutto nella creazione di una comunità in cui i talenti creativi di ciascuna persona potrebbero continuare a fiorire e a crescere. Posso dire con sicurezza che questi dieci giorni sono stati tra i più stimolanti e creativi che abbia mai vissuto. Sento come se i miei occhi fossero stati riaperti, anni di ruggine creativa cancellata.

Laura Krueger

 



 

Milton_Zambrana_01.JPGMilton_Zambrana_02.JPGMilton_Zambrana_03.JPGMilton_Zambrana_04.JPGMilton_Zambrana_05.JPGMilton_Zambrana_06.JPGMilton_Zambrana_07.JPGMilton_Zambrana_08.JPGMilton_Zambrana_09.JPGMilton_Zambrana_010.JPGMilton_Zambrana_011.JPGMilton_Zambrana_012.JPGMilton_Zambrana_013.JPGMilton_Zambrana_014.JPG

® Milton Zambrana

 

Questa è stata la terza volta che camminavo con amici vecchi e nuovi lungo montagne maestose e valli profonde. Mentre l’aria si assottiglia sopra i 4000 metri, le cose diventano più intense e faccio fatica a spingere “ieri” e “domani” fuori strada. “Vivi il momento“ mi dico, “goditi la compagnia … riempi il tuo cuore di amore e apri la porta in modo che la magia (qualunque forma decida di prendere) possa farsi strada dentro e attorno a te. Sentiti benedetto … per essere qui … per essere vivo … per camminare in un posto così antico e in buona compagnia … sento che va tutto bene!”

Le sessioni di editing mattutine sono sempre un piacere e ti preparano per una lunga giornata di riprese. Una giornata di solito piena di magia e sorprese. Un ringraziamento speciale come sempre ai miei compagni di avventura, a Ernesto per guidarci con tranquillità, e un grazie a Chad, Garry e Laura per l’ispirazione e la condivisione. Fino al prossimo incontro!

Milton Zambrana

 


Torna alle gallerie 2018

 

Share