Galleria Non Basta!

Master series with TOMASZ TOMASZEWSKI

Sicilia, Italia 2017

Español       Ingles


 

AnaMontoto_01.JPGAnaMontoto_02.JPGAnaMontoto_03.JPGAnaMontoto_04.JPGAnaMontoto_05.JPGAnaMontoto_06.JPGAnaMontoto_07.JPGAnaMontoto_08.JPGAnaMontoto_09.JPG

® Ana Montoto

 

Ernesto Bazan e Tomasz Tomaszewski, due grandi fotografi che ci mostrano come essere fotografi migliori, tanti buoni consigli per riuscire a cogliere un’immagine che esprima la quintessenza.
Alla fine le parole “non basta” usate nelle nostre critiche quotidiane, ci hanno fatto ridere e soffrire allo stesso tempo, bloccate nella mia testa, e ritornano ogni volta che scatto fotografie costantemente alla ricerca di poesia nelle mie immagini.
Grazie Ernesto e Tomasz per il vostro tempo, consigli e per rendere questo workshop un’esperienza divertente, dura e indimenticabile.

Ana Montoto

 



 

BarbaraMerlo_01.JPGBarbaraMerlo_02.JPGBarbaraMerlo_03.JPGBarbaraMerlo_04.JPGBarbaraMerlo_05.JPGBarbaraMerlo_06.JPGBarbaraMerlo_07.JPGBarbaraMerlo_08.JPG

® Barbara Merlo

 

In attesa dell’aereo mi sento un po’ orfana. È una sensazione che sorge ogni volta che mi allontano da persone che segnano profondamente la mia strada. Credo che ogni essere umano aspiri a immergersi nella bellezza della Vita ascoltando il proprio cuore. Partecipare al workshop per me è stata la più brillante occasione. Oltre a questa sensazione non è facile esprimere l’alchimia dei giorni del workshop.?Sono stati giorni intensi di emozioni, di lavoro fotografico e ricchi per l’opportunità del quotidiano confronto con Ernesto e Tomasz. Il vostro entusiasmo, pazienza, interesse e rispetto per il nostro lavoro, dimostrati durante il severo editing giornaliero, sono stati per me di grande incoraggiamento.?Ho avuto chiara la sensazione di vostra totale apertura, del fatto che vi siete messi completamente a disposizione con la vostra grande esperienza proponendo per ognuno di noi, fortunati studenti, il suggerimento, il consiglio su misura. Confesso che a volte durante l’editing mi sono distratta dalle foto per guardarvi; l’intensità della vostra attenzione, la concentrazione su ogni fotogramma, il piacere, che talvolta coglievo nei vostri sguardi, dei nostri progressi, mi trasmetteva la certezza di stare vivendo una grande occasione per migliorarmi. E’ questo un atteggiamento raro e ve ne sarò sempre in debito.

Barbara Merlo

 



 

DanieleAlamia_01.JPGDanieleAlamia_02.JPGDanieleAlamia_03.JPGDanieleAlamia_04.JPGDanieleAlamia_05.JPGDanieleAlamia_06.JPGDanieleAlamia_07.JPGDanieleAlamia_08.JPGDanieleAlamia_09.JPG

® Daniele Alamia

 

Il mio secondo workshop. Sempre in Sicilia.
Alcun cose sono rimaste le stessa molte altre sono cambiate: La bellezza della mia terra d’origine, i suoi colori, i suoi profumi, la sua luce, i suo cibo. 
I miei compagni d’avventura sono cambiati, persone amabili e fotografi di talento che non conoscevo.
L’amicizia di Ernesto è sempre un dono grande che la vita mi fa e di cui approfitto con riconoscenza e che non do mai per scontata. Conoscere Tomasz, la sua grande professionalità, la sua umanità, la sua attenzione agli allievi, il suo amore per la bellezza a tutto tondo è stato l’altro grande dono di questa esperienza. Lui ed Ernesto si sono completati nell’insegnamento in maniera fluida e tutti noi ne abbiamo potuto avere una grande lezione di vita, di rispetto e di amicizia. In un settore in cui, la competizione crea spesso inimicizie, questa è merce assai rara.
E poi vorrei ricordare tutti gli amici e amiche che con me hanno partecipato: Margozata, Ewa, Magena, Isabella, Barbara, Ana, Linda (che ho ritrovato dopo due anni), Regula, Daniel, Francesco Pavia, i tre Mike (inglese, tedesco e americano) Francesco Safina, Kris: Carissimi amici, questa esperienza insieme a voi è stata bellissima. Ragazzi, è stato bello fotografare, mangiare, bere, ridere di gusto insieme. Grazie ad ogni uno di voi.
E poiché le mie foto non sono state proprio perfette, ho imparato che la concentrazione e il lasciarsi guidare dall’istinto sono importantissimi in fotografia ma anche che la condivisione e l’attenzione verso gli altri sono spesso più importanti di una bella foto. Poter vivere belle esperienze insieme a persone sensibili lascia nell’anima un segno profondo e indelebile.
Un ringraziamento particolare a Ernesto che ha premuto perché io fossi presente quest’anno nonostante varie difficoltà.
Grazie, Fraterno Amico mio.

Daniela Alamia

 



 

DanielTorres_01.JPGDanielTorres_02.JPGDanielTorres_03.JPGDanielTorres_04.JPGDanielTorres_05.JPGDanielTorres_06.JPGDanielTorres_07.JPGDanielTorres_08.JPG

® Daniel Torres

 

Filosofi come Nelson Goodman hanno spiegato come ci sono molti mondi diversi che accadono intorno a noi. Per vederli abbiamo bisogno di un modo di accedere, di una maniera di comprensione, di un modo di essere e di una guida che ci possa fare entrare. Si potrebbe andare in Sicilia e perdere completamente il suo mondo magico che solo persone come Ernesto conoscono e a cui hanno accesso. Avrei potuto percorrere le strade di Palermo o Trapani durante la Settimana Santa e non avere mai avuto la fortuna di entrare in questa realtà alternativa piena di poesia e chiaroscuro, di devozione, di fede, di lotta, di sacrificio, e nella sua globalità, di un microcosmo della condizione umana e della nostra eterna ricerca del divino che la gente di Sicilia tiene così vicino al loro cuore. No, per mettere entrambi i piedi in questo mondo e poter realmente vivere (e forse fotografarli) bisogna camminare con Ernesto nella sua prima isola. La Sicilia non è un workshop facile: mentre siete testimoni delle sfide dettate dalla fede e dai suoi seguaci, anche voi si sentirete inclini a sfidare voi stessi. Ma non vi preoccupate: la nuova versione di chi siete voi che esce da quel mondo sarà più forte. Tutti noi che abbiamo lavorato con Ernesto sanno che questo è vero.

Daniel Torres

 



 

EwaSzymanky_01.JPGEwaSzymanky_02.JPGEwaSzymanky_03.JPGEwaSzymanky_04.JPGEwaSzymanky_05.JPGEwaSzymanky_06.JPGEwaSzymanky_07.JPGEwaSzymanky_08.JPGEwaSzymanky_09.JPG

® Ewa Szymankiewicz

 

Si potrebbe pensare che scattare lo stesso tema (le processioni) tutta la settimana potrebbe essere un po’ noioso a un certo punto. Niente affatto! Ogni giorno ci portava novità, un’altra possibilità di migliorare e cambiare il modo in cui scattiamo.
Sia Ernesto sia Tomasz erano le nostre guide, coloro che ci invitavano alla sfida, e i tutori dei più alti standard fotografici.
Ci hanno spinti a superare noi stessi e a cercare il nostro stile. E la squadra, essendo solidale e critica, ha completato questo workshop perfetto.
E’ stato un corso incredibile e non vedo l’ora di andare ai prossimi workshop!

Ewa Szymankiewicz

 



 

FrancescoPavia_01.JPGFrancescoPavia_02.JPGFrancescoPavia_03.JPGFrancescoPavia_04.JPGFrancescoPavia_05.JPGFrancescoPavia_06.JPGFrancescoPavia_07.JPGFrancescoPavia_08.JPGFrancescoPavia_09.JPGFrancescoPavia_010.JPG

® Francesco Pavia

 

Questo workshop di Pasqua in Sicilia è stato utilissimo! Per la prima volta non uno, ma ben due maestri della fotografia mi hanno aiutato a dare il meglio e a selezionare le migliori fotografie scattate.  I due maestri, con le loro riflessioni – che si completavano a vicenda – ci hanno fatto capire la difficoltà dello scattare una bella fotografia, e la perseveranza necessaria e a ottenerla. Al perenne inseguimento delle processioni, colme di momenti emozionanti, si sono intercalati ottimi pranzi e cene a base di specialità siciliane! Il gruppo era folto e di altissimo livello, una sfida in più per ognuno di noi.
Consiglio a qualunque aspirante fotografo di partecipare a uno di questi workshop, per capire davvero che cosa sia la fotografia.

Francesco Pavia

 



 

FrancescoSafina_01-c26.JPGFrancescoSafina_02-c84.JPGFrancescoSafina_03-c0.JPGFrancescoSafina_04-c66.JPGFrancescoSafina_05-c79.JPGFrancescoSafina_06-c31.JPGFrancescoSafina_07-c43.JPGFrancescoSafina_08-c36.JPGFrancescoSafina_09-c77.JPGFrancescoSafina_010-c44.JPGFrancescoSafina_011-c89.JPG

® Francesco Safina

 

E’ stato il mio primo workshop con Ernesto e sono stato anche fortunato ad avere Tomasz Tomaszewski per insegnarci e condividere le loro conoscenze.
Lo scenario mi era ben noto: la Sicilia, il luogo in cui appartengo, quindi la mia sfida è stata quella di poter vedere in modo diverso quello che ero abituato a vedere.
Il percorso è stato duro e intricato ma, con la preziosa guida dei nostri due insegnanti e grazie alla moltitudine di punti di vista offerti da tutti gli studenti, posso dire che sono arrivato a una nuova visione di questo mondo.
Il workshop è stato anche un’occasione per incontrare alcune belle persone, per condividere sia le risa che i momenti d’introspezione, di creare nuovi amici con cui continuerò a condividere esperienze e progetti.
Grazie a tutti per l’esperienza!

Francesco Safina

 



 

IsabellaFranceschini_01.JPGIsabellaFranceschini_02.JPGIsabellaFranceschini_03.JPGIsabellaFranceschini_04.JPGIsabellaFranceschini_05.JPGIsabellaFranceschini_06.JPGIsabellaFranceschini_07.JPGIsabellaFranceschini_08.JPGIsabellaFranceschini_09.JPGIsabellaFranceschini_010.JPGIsabellaFranceschini_011.JPGIsabellaFranceschini_012.JPG

® Isabella Franceschini

 

Il workshop è finito! È stato travolgente, passionale, indescrivibile: le lacrime si mescolavano alle gocce di cera, tra le vare, i santini, le preghiere e la musica vibravano nel cuore mentre con i passi si accennava l’annacata. Mi sono persa tra loro, nella fede, ritrovando me stessa.
Ho avuto la fortuna di avere due insegnanti straordinari: Ernesto, passionale, e Tomasz, razionale; uno complementare all’altro in un equilibrio a dir poco, perfetto. È stato un Workshop molto avanzato dove l’editing alla fine di ogni sessione di scatto, con l’ausilio dei due Maestri, è stato fondamentale per l’avanzamento dei percorsi individuali di ciascuno, grazie ai consigli dispensati, insieme con i tanti no che indubbiamente aiutino a crescere.
Entrambi hanno una visione unica, al di fuori di stereotipi di massa, con un valore aggiunto prezioso e una generosità impagabile. Il concetto di reportage è personalizzato e plasmato sulla pura sfera emotiva, alla ricerca di un linguaggio universale che superi ogni limite temporale, dimenticando l’aspetto giornalistico.
È stata una bella palestra cercare di trovare l’ordine nel caos delle processioni coniugando meno è sempre di più. Alla fine sono sempre io, con tutte le mie insicurezze e i miei limiti di sempre, col cuore che sanguina di più: sono cresciuta forse un pochino, piccoli passi, ma il percorso è ancora lungo e la voglia di continuare urla sempre più forti. 
Un grazie di cuore anche a tutti i miei compagni di corso che hanno reso tutto così speciale.

Isabella Franceschini

 



 

KrzysztofPrzybylsk_01.JPGKrzysztofPrzybylsk_02.JPGKrzysztofPrzybylsk_03.JPGKrzysztofPrzybylsk_04.JPGKrzysztofPrzybylsk_05.JPGKrzysztofPrzybylsk_06.JPGKrzysztofPrzybylsk_07.JPGKrzysztofPrzybylsk_08.JPGKrzysztofPrzybylsk_09.JPGKrzysztofPrzybylsk_010.JPG

® Krzysztof Przybylski

 

Questa è stata la mia seconda volta nel workshop siciliano organizzato dal grande Ernesto Bazan. Voglio esprimere la mia gratitudine per lo sforzo che ha messo in questo progetto. Devo dire che tutti i giorni della nostra esperienza comune sono passati così in fretta che è stata una grande sorpresa quando tutto era già finito. Come ha detto Susan Vega: come qualcuno può pesare il valore di qualcosa così rara… E tutte le sorprese e le incredibili onde di emozioni che galleggiavano intorno a Trapani e i percorsi che ci hanno portato in un fantastico mondo della fotografia guidati da Ernesto Bazan e Tomasz Tomaszewski sono state esperienze uniche e sorprendenti, che hanno migliorato non solo le nostre capacità tecniche, ma hanno anche arricchito le nostre anime. Questo tipo di workshop, che unisce la grande esperienza di entrambi i maestri – Ernesto e Tomasz – ha davvero arricchito il modo in cui vedo la fotografia, la sua magia, la sua bellezza, la sua unicità. Grazie ad entrambi. Spero di rivedervi presto.

Krzysztof Przybylski

 



 

LindaOmelianchuck_01.JPGLindaOmelianchuck_02.JPGLindaOmelianchuck_03.JPGLindaOmelianchuck_04.JPGLindaOmelianchuck_05.JPGLindaOmelianchuck_06.JPGLindaOmelianchuck_07.JPGLindaOmelianchuck_08.JPG

® Linda Omelianchuck

 

Questo è stato il mio secondo viaggio fotografico in Sicilia sperimentando le bellissime processioni spirituali della “Settimana Santa” per le strade di Trapani, Marsala e Buseto. Ernesto ci incoraggia continuamente a tornare nello stesso luogo più di una volta, affinché ogni volta possiamo immergerci più profondamente nella cultura, nella gente e nel posto. Ho trovato quest’anno che l’esperienza della Settimana Santa è stata più emozionante per me, mi sono sentita più impegnata a catturare nuove immagini che erano diverse dalle prime.
Quest’anno è stato molto speciale, non solo per i sedici studenti internazionali provenienti dall’Italia, dalla Germania, dalla Polonia, dagli Stati Uniti, dal Messico e dal Regno Unito, che sono stati tutti solidali, divertenti e talentuosi, ma anche per il privilegio di avere due maestri fotografici come insegnanti. Ernesto e il suo “fratello” polacco, Tomasz Tomaszewski, hanno creato una squadra complessa e affettuosa che assieme ha generosamente condiviso la loro passione per la vita e la fotografia e che ci hanno spinto a diventare fotografi migliori. Ho imparato a diventare una critica più dura della mia fotografia, poiché Ernesto e Tomasz hanno usato le loro grandi capacità di editing per eliminare molte fotografie durante le nostre critiche quotidiane, fornendo spiegazioni dettagliate sul perché non erano abbastanza buone. Ho anche acquisito nuove intuizioni nella creazione di una sequenza, concentrandomi nuovamente sul fatto che “meno è sempre di più”.
Grazie Ernesto, per essere un mentore ispiratore e per sempre avere un sorriso sulle labbra. Grazie Tomasz, per essere un narratore vivo con un senso dell’humor molto polacco. Attraverso la tua risata e l’amicizia, mi hai dato una prospettiva più profonda della vita e della fotografia che rimarrà con me, ma “non basta” finché non ci ritroveremo.

Linda Omelianchuk

 



 

Malgorzata-Wakuluk_02.JPGMalgorzata-Wakuluk_03.JPGMalgorzata-Wakuluk_04.JPGMalgorzata-Wakuluk_05.JPGMalgorzata-Wakuluk_06.JPGMalgorzata-Wakuluk_07.JPGMalgorzata-Wakuluk_08.JPGMalgorzata-Wakuluk_09.JPGMalgorzata-Wakuluk_010.JPG

® Malgorzata Wakuluk

 

Per me è stato un momento di molte impressioni mistiche, di scoprire nuovi spazi nella fotografia, e un momento che mi ha molto ispirato.
Grazie a tutti voi ho conosciuto molte persone meravigliose e sensibili.
Invio il mio più grande rispetto a Ernesto e Tomasz per avermi guidato così splendidamente attraverso i meandri della fotografia e insegnando pazientemente come catturare dei momenti speciali nelle mie foto.
Ho capito molto sulla fotografia e ho imparato molte cose.
E so quanto ho ancora davanti a me.
È stato un grande momento!

Malgorzata Wakuluk

 



 

Marzena_Safader_01.JPGMarzena_Safader_02.JPGMarzena_Safader_03.JPGMarzena_Safader_04.JPGMarzena_Safader_05.JPGMarzena_Safader_06.JPGMarzena_Safader_07.JPGMarzena_Safader_08.JPGMarzena_Safader_09.JPGMarzena_Safader_010.JPG

® Marzena Safader

 

E’ stata una grande esperienza. I due maestri hanno condiviso la loro vasta conoscenza ed esperienza in un modo completamente professionale e aperto. Ernesto Bazan e Tomasz Tomaszewski sono persone completamente diverse, ma hanno entrambi cuori sensibili, sono veramente aperti e attenti al mondo che li circonda. È stato un piacere avere la possibilità di osservarli al lavoro e apprendere da loro.
Inoltre, è stato bello essere circondati da tanti partecipanti provenienti da diversi paesi. La possibilità d’imparare diverse visioni e opinioni è stata una grande lezione per me.
Grazie a tutti per un’esperienza incredibile.

Marzena Safader

 



 

MichaelSchoelzel_01.JPGMichaelSchoelzel_02.JPGMichaelSchoelzel_03.JPGMichaelSchoelzel_04.JPGMichaelSchoelzel_05.JPGMichaelSchoelzel_06.JPGMichaelSchoelzel_07.JPGMichaelSchoelzel_08.JPGMichaelSchoelzel_09.JPGMichaelSchoelzel_010.JPG

® Michael Schoelzel

 

Dieci anni fa ho comprato un CD con le triste marce funebri di Trapani, non sapendo che avrei anche scattato foto dieci anni dopo. Tutta la settimana è stata un’esperienza speciale con tutte le processioni, il paesino abbandonato e tutto il meraviglioso cibo e le bevande – lo stile di vita siciliano.
La selezione quotidiana delle immagini con Ernesto e Tomasz è stata critica e molto utile, e il risultato finale di tutto il gruppo mi ha impressionato molto.
Dieci giorni che hanno affilato la mia visione per la fotografia, anche se abbiamo scattato molte immagini sfocate!

Michael Schoelzel

 



 

MikeHolderness_01.JPGMikeHolderness_02.JPGMikeHolderness_03.JPGMikeHolderness_04.JPGMikeHolderness_05.JPGMikeHolderness_06.JPG

® Mike Holderness

 

Ancora una volta mi trovo a casa dopo uno dei workshop di Ernesto e mi chiedo se sono stato veramente lontano, e in realtà ero a casa sognando in maniera così reale – questa volta una visione pasquale d’israeliti, soldati romani, Cristo e crocifissione che recitavano per le strade della Sicilia contemporanea.

La settimana di Pasqua siciliana, “La Settimana Santa” è uno spettacolo forte, colorato e piuttosto surreale che siamo stati fortunati di testimoniare – che siamo stati in grado di fotografare così tanto di queste straordinarie attività così da vicino è stato un immenso privilegio. Questo ovviamente è stato grazie a Ernesto. L’intera settimana, che inizia dalla domenica delle Palme con la processione dal vivo a Buseto Palizzolo, l’affascinante città abbandonata di Poggioreale, e poi le prove e le processioni preparatorie e le ultime performance a Marsala e ai Misteri di Trapani è stata una serie di meravigliosi, affascinanti esperienze in movimento.

Come in molti dei suoi workshop, Ernesto ha utilizzato le processioni come un quadro per creare una ricca e gratificante esperienza di apprendimento che comprendeva molto più della fotografia: amore, vita, cibo, whisky, vino e amici. E in cima a tutto, assieme ai miei compagni di studio siamo stati benedetti per avere un team di due meravigliosi mentori: Ernesto e il suo caro amico Tomasz Tomaszewski. Era sorprendente quanto Ernesto e Tomasz si complimentassero; Ernesto come sempre ha portato l’anima e Tomasz ha portato il jazz.

Con Ernesto che ci incoraggia a cercare il momento che trascende il descrittivo e Tomasz ci esalta per raccontare una storia con un’unica inquadratura; le revisioni e le sessioni di critica sono state affascinanti e ispiratrici. Trovo che le sessioni di editing quotidiane siano state dove abbiamo avuto un apprendimento reale, e i miei compagni di studio hanno fornito una ricchezza di immagini meravigliose che mi hanno sempre mostrato come avrei dovuto fotografare quelle scene o cose che avevo perso completamente!

Per quanto riguarda i miei compagni fotografi e, adesso, nuovi amici, è stata una gioia assoluta essere circondato da un tale gruppo di meravigliosi esseri umani e questo ha reso il workshop davvero speciale. Senza eccezione tutti sono stati caldi, premurosi, incoraggianti, solidali, generosi… e divertenti. Ho pensato che la loro presenza in questi giorni sia stato come il cibo che nutre l’anima. Grazie a tutti voi bella gente.
Oh, e ho menzionato il cibo fantastico? Incredibile!

Mike Holderness

 



 

MikeLang_01.JPGMikeLang_02.JPGMikeLang_03.JPGMikeLang_04.JPGMikeLang_05.JPGMikeLang_06.JPGMikeLang_07.JPGMikeLang_08.JPGMikeLang_09.JPGMikeLang_010.JPG

® Mike Lang

 

Il workshop Pasqua in Sicilia 2017, è stata un’esperienza speciale per me. Avevamo due meravigliosi leader, Ernesto Bazan e Tomasz Tomaszewski, che insieme fornivano critiche preziose del nostro lavoro, oltre a importanti informazioni tecniche e un’atmosfera di creatività. Oltre a imparare da due insegnanti e fotografi, c’è stata l’esperienza acquisita di lavorare con gli altri partecipanti al workshop, scambiando idee e visionando le loro visioni uniche. Abbiamo sperimentato gli stessi eventi, ma tutti hanno visto le cose in modo diverso. Oltre a imparare a costruire fotografie artistiche, siamo stati esposti alla profonda esperienza religiosa dei siciliani che risale a tanti secoli fa. Il workshop offre un’occasione unica per osservare e sperimentare l’impegno religioso da vicino. Lo porterò sempre dentro di me.

Mike Lang

 



 

RegulaTschumi_01.JPGRegulaTschumi_02.JPGRegulaTschumi_03.JPGRegulaTschumi_04.JPGRegulaTschumi_05.JPGRegulaTschumi_06.JPGRegulaTschumi_07.JPGRegulaTschumi_08.JPG

® Regula Tschumi

 

Il workshop in Sicilia è stata un’esperienza straordinaria. Con la sua grande conoscenza Ernesto ci ha aperto molte porte per far vedere e fotografare le processioni pasquali in modo molto speciale e intimo. Ma anche se abbiamo avuto grandi opportunità di scattare fotografie durante la settimana santa è stato ben lungi dall’essere facile. Quindi una delle parole ripetute da Ernesto quando vedevamo le nostre immagini era: “non basta”!
Questo significava semplicemente che dovevamo lavorare più sodo, avvicinarci e migliorare il nostro lavoro. E’ stato un processo molto interessante e utile che ci ha sicuramente portato ad un livello superiore nella nostra comprensione della fotografia.
Ciò che ha reso particolarmente interessante quest’anno la manifestazione siciliana è stata la presenza di Tomasz Tomaszewski che insegnava con Ernesto. I due sono stati una combinazione ideale poiché Tomasz non solo ha selezionato e discusso le nostre immagini con Ernesto, ma ci ha anche fornito numerosi consigli tecnici nel settore e ci ha divertito con le sue storie emozionanti quando ha lavorato per il National Geographic.
Un grande grazie a entrambi per il loro grande insegnamento e per l’incredibile sforzo che hanno messo in questo workshop in Sicilia. Un grande ringraziamento anche al meraviglioso gruppo di fotografi provenienti da tutto il mondo e che hanno contribuito così tanto che questo workshop pasquale sia stato anche un grande divertimento.

Regula Tscumi

 


Torna alle gallerie 2017

 

Share