Galleria Slange Var

Napoli, Italia 2016

Español       Ingles


 

colin_steel_01.jpgcolin_steel_02.jpgcolin_steel_03.jpgcolin_steel_04.jpgcolin_steel_05.jpgcolin_steel_06.jpgcolin_steel_07.jpgcolin_steel_08.jpgcolin_steel_09.jpgcolin_steel_010.jpgcolin_steel_011.jpgcolin_steel_012.jpgcolin_steel_013.jpgcolin_steel_014.jpgcolin_steel_015.jpgcolin_steel_016.jpgcolin_steel_017.jpgcolin_steel_018.jpgcolin_steel_019.jpgcolin_steel_020.jpgcolin_steel_021.jpgcolin_steel_022.jpgcolin_steel_023.jpgcolin_steel_024.jpgcolin_steel_025.jpgcolin_steel_026.jpgcolin_steel_027.jpgcolin_steel_028.jpgcolin_steel_029.jpgcolin_steel_030.jpgcolin_steel_031.jpgcolin_steel_032.jpgcolin_steel_033.jpgcolin_steel_034.jpgcolin_steel_035.jpgcolin_steel_036.jpgcolin_steel_037.jpgcolin_steel_038.jpg

® Colin Steel

 

Pizze giganti, caffè espresso forte, numerose emergenze di birra, e una grande compagnia, per me tutto questo è stato Napoli! Aggiungici Ernesto Bazan e, naturalmente, le porte cominciano ad aprirsi, il quotidiano diventa straordinario e le foto che disperatamente cerchiamo cominciano a rivelare se stesse. Grazie ancora Ernesto per una meravigliosa esperienza di apprendimento in quella che era una città nuova per me, ma che ho apprezzato molto. Sono sicuro che ritornerò nuovamente.

Colin Steel

 



 

francesco_pavia_01.jpgfrancesco_pavia_02.jpgfrancesco_pavia_03.jpgfrancesco_pavia_04.jpgfrancesco_pavia_05.jpgfrancesco_pavia_06.jpgfrancesco_pavia_07.jpgfrancesco_pavia_08.jpgfrancesco_pavia_09.jpgfrancesco_pavia_010.jpgfrancesco_pavia_011.jpgfrancesco_pavia_012.jpgfrancesco_pavia_013.jpgfrancesco_pavia_014.jpgfrancesco_pavia_015.jpgfrancesco_pavia_016.jpgfrancesco_pavia_017.jpgfrancesco_pavia_018.jpgfrancesco_pavia_019.jpgfrancesco_pavia_020.jpgfrancesco_pavia_021.jpgfrancesco_pavia_022.jpgfrancesco_pavia_023.jpgfrancesco_pavia_024.jpgfrancesco_pavia_025.jpgfrancesco_pavia_026.jpgfrancesco_pavia_027.jpgfrancesco_pavia_028.jpgfrancesco_pavia_029.jpgfrancesco_pavia_030.jpg

® Francesco Pavia

 

Ancora una volta con Ernesto! Dopo il Brasile e il Messico mi ritrovo a Napoli, nel mio paese, in compagnia di altri studenti preparatissimi. Abbiamo scattato in luoghi nascosti e inesplorati, come fabbriche abbandonate e ospedali psichiatrici in rovina. Senza Ernesto questi luoghi mi sarebbero stati preclusi. Abbiamo girato per le vecchie vie di Napoli, nel suo cuore, cercando di coglierne l’anima a ogni scatto. Come sempre il maestro ci ha mostrato i suoi lavori e i lavori di alcuni suoi studenti meritevoli, con l’obiettivo di ispirarci e spingerci a spremere il meglio di noi stessi. Non mi stuferò mai di ripetere quanto sia piacevole partecipare ai workshop di Ernesto.
L’unico avviso che posso dare agli aspiranti partecipanti è questo: portatevi delle ottime scarpe, perché si cammina tanto per fare una bella fotografia!!

Francesco Pavia

 



 

harald_classen_01.jpgharald_classen_02.jpgharald_classen_03.jpgharald_classen_04.jpgharald_classen_05.jpgharald_classen_06.jpgharald_classen_07.jpgharald_classen_08.jpgharald_classen_09.jpgharald_classen_010.jpgharald_classen_011.jpgharald_classen_012.jpgharald_classen_013.jpgharald_classen_014.jpgharald_classen_015.jpgharald_classen_016.jpgharald_classen_017.jpgharald_classen_018.jpgharald_classen_019.jpgharald_classen_020.jpgharald_classen_021.jpgharald_classen_022.jpgharald_classen_023.jpgharald_classen_024.jpgharald_classen_025.jpgharald_classen_026.jpgharald_classen_027.jpgharald_classen_028.jpg

® Harald Classen

 



 

jessica_crosby_01.jpgjessica_crosby_02.jpgjessica_crosby_03.jpgjessica_crosby_04.jpgjessica_crosby_05.jpgjessica_crosby_06.jpgjessica_crosby_07.jpgjessica_crosby_08.jpgjessica_crosby_09.jpgjessica_crosby_010.jpgjessica_crosby_011.jpgjessica_crosby_012.jpgjessica_crosby_013.jpgjessica_crosby_014.jpgjessica_crosby_015.jpgjessica_crosby_016.jpgjessica_crosby_017.jpgjessica_crosby_018.jpgjessica_crosby_019.jpgjessica_crosby_020.jpgjessica_crosby_021.jpgjessica_crosby_022.jpgjessica_crosby_023.jpgjessica_crosby_024.jpgjessica_crosby_025.jpgjessica_crosby_026.jpgjessica_crosby_027.jpgjessica_crosby_028.jpgjessica_crosby_029.jpgjessica_crosby_030.jpg

® Jessica Crosby

 



 

Konrad_Szafirowski_01.jpgKonrad_Szafirowski_02.jpgKonrad_Szafirowski_03.jpgKonrad_Szafirowski_04.jpgKonrad_Szafirowski_05.jpgKonrad_Szafirowski_06.jpgKonrad_Szafirowski_07.jpgKonrad_Szafirowski_08.jpgKonrad_Szafirowski_09.jpgKonrad_Szafirowski_010.jpgKonrad_Szafirowski_011.jpgKonrad_Szafirowski_012.jpgKonrad_Szafirowski_013.jpgKonrad_Szafirowski_014.jpgKonrad_Szafirowski_015.jpgKonrad_Szafirowski_016.jpgKonrad_Szafirowski_017.jpgKonrad_Szafirowski_018.jpgKonrad_Szafirowski_019.jpgKonrad_Szafirowski_020.jpgKonrad_Szafirowski_021.jpgKonrad_Szafirowski_022.jpg

® Konrad Szafirowski

 

Prima di tutto, so che questo è stato detto molte volte, ma lo ripeto: Ernesto è una grande persona, si preoccupa per i suoi studenti e si assicura che tutti stiano bene all’interno del gruppo. Ho avuto la chiara impressione, che c’è stato un grande sforzo precedente al corso, per preparare e assicurare la buona riuscita del workshop. Ogni giorno è stato speciale, abbiamo incontrato numerose persone e visitato luoghi diversi. Questo sarebbe stato molto difficile se fossimo stati da soli in città. Ernesto ha dei grandi contatti a Napoli, come Salvatore Esposito – un grande e talentoso fotografo locale, che ha condiviso il suo lavoro eccezionale con tutti noi.

Il vantaggio principale per me, e lo capisco solo adesso, è che ho la consapevolezza necessaria per dire che intendo meglio cosa rende una fotografia grande. Il feedback che abbiamo ricevuto ogni giorno, ci ha aiutato a capire perché una foto funzioni o no, ciò che è rilevante al suo interno e ciò che distrugge l’immagine; quando un’immagine è solo bella e quando va al di là per diventare una grande foto. In questo workshop ho anche imparato che cosa significa scattare una natura morta; e mi ha fatto molto piacere capirlo! Prima sottovalutavo questo genere di foto.

Un altro aspetto che mi piace di Ernesto è che è onesto e non accetta compromessi nel giudicare un’immagine. Una foto deve avere contenuto, Ernesto non accetterà mai trucchi fotografici, espedienti o miglioramenti grafici che ti danno una migliore impressione. O la foto funziona al 100% o no. Apprezzo molto quest’approccio, poiché incoraggia gli studenti a pensare criticamente al proprio lavoro. Sì, è così difficile fare una buona foto, ma quando si arriva a cogliere quel momento si sente una grande soddisfazione.
Per me è stato il secondo workshop con Ernesto. Proprio qualche giorno fa ho rivisto le mie foto dal workshop precedente e vedo che ho sicuramente fatto qualche progresso a Napoli. Alla fine della giornata quello che conta non è solo esserci divertiti (e si, ci siamo divertiti tanto!) o di vivere l’esperienza di essere in un posto speciale come Napoli, si tratta anche di tornare a casa sentendosi migliorati come fotografi. Voglio che le mie immagini vadano oltre, al di là della realtà e sento che Ernesto mi ha aiutato molto con tutto ciò. Grazie Ernesto!

PS: Molto volentieri vorrei partecipare a un altro workshop, magari anche quello di Napoli il prossimo anno, dato che ritengo che offra un beneficio ritornare nello stesso posto.

Konrad Szafirowski

 



 

regula_tschumi-01.jpgregula_tschumi-02.jpgregula_tschumi-03.jpgregula_tschumi-04.jpgregula_tschumi-05.jpgregula_tschumi-06.jpgregula_tschumi-07.jpgregula_tschumi-08.jpgregula_tschumi-09.jpgregula_tschumi-10.jpgregula_tschumi-11.jpgregula_tschumi-12.jpgregula_tschumi-13.jpgregula_tschumi-14.jpgregula_tschumi-15.jpgregula_tschumi-16.jpgregula_tschumi-17.jpgregula_tschumi-18.jpgregula_tschumi-19.jpgregula_tschumi-20.jpgregula_tschumi-21.jpgregula_tschumi-22.jpgregula_tschumi-23.jpgregula_tschumi-24.jpgregula_tschumi-25.jpg

® Regula Tschumi

 

Scoprendo la misteriosa città di Napoli con Ernesto Bazan è stata un’esperienza incredibile, molto intensa, spiritualmente e fisicamente! Ogni giorno abbiamo esplorato questa città vivace e colorata, camminando per molte ore, sempre alla ricerca di momenti interessanti, e ne abbiamo avuti così tanti! I nostri programmi giornalieri sono stati molto flessibili, sono cambiati a secondo di quello che abbiamo incontrato durante il nostro girovagare, tutto ciò che abbiamo fatto è stato molto spontaneo.
E, naturalmente, non ci siamo mai persi la possibilità di mangiare una buona pizza quando ci siamo imbattuti in una di queste fantastiche pizzerie, perché a Napoli si mangiano le migliori pizze del mondo!
Ogni giorno c’era molto da scoprire: le chiese, i siti sotterranei e i luoghi storici, i mercati affollati e dei bei parchi. Inoltre abbiamo esplorato alcuni edifici abbandonati e partecipato a delle processioni religiose.
C’è stata così tanta varietà di quello che siamo stati in grado di vedere e fotografare durante questo workshop.
Ogni giorno era una nuova avventura. Ma abbiamo anche avuto il tempo per scoprire la città da soli, a piedi attraverso i quartieri spagnoli che erano proprio dietro il nostro albergo, o trascorrere del tempo nella suggestiva zona del porto.
La mattina presto abbiamo avuto le nostre solite sessioni di editing e abbiamo discusso del lavoro quotidiano di ogni studente. Questi incontri giornalieri sono stati un punto culminante, sempre molto interessanti che ci hanno permesso di crescere. Ernesto ha migliorato i nostri occhi e ci ha fatto capire, giorno dopo giorno, il mistero che sta dietro una buona fotografia.
Ti ringrazio molto Ernesto per questi giorni emozionanti che abbiamo potuto trascorrere con te, per il tuo eccellente insegnamento e per tutti i luoghi interessanti in cui ci hai portato! E anche un grande ringraziamento agli altri studenti, a Colin, Jessica, Francesco, Konrad e Harald, è stato meraviglioso condividere dieci giorni a Napoli con tutti voi!

Regula Schumi

 


Torna alle gallerie 2016

 

Share