Galleria Beer Emergency

Salvador de Bahia, Brasile 2015

Español       Ingles


 

01_ColinSteel.jpg02_ColinSteel.jpg03_ColinSteel.jpg04_ColinSteel.jpg05_ColinSteel.jpg06_ColinSteel.jpg07_ColinSteel.jpg08_ColinSteel.jpg09_ColinSteel.jpg10_ColinSteel.jpg11_ColinSteel.jpg12_ColinSteel.jpg13_ColinSteel.jpg14_ColinSteel.jpg15_ColinSteel.jpg

® Colin Steel

 

Penso che sia sempre incredibilmente difficile imparare qualcosa d’intangibile e personale come esprimersi attraverso la fotografia; non ci sono formule da apprendere o tecniche per padroneggiare perché tutte le risposte si trovano all’interno di te stesso: tutto ciò mi risulta come un’indubbia frustrazione. 

Eppure ogni volta che seguo un workshop con Ernesto, riesco a creare almeno una manciata preziosa di foto e ritengo che ciò si debba alla sua capacità intuitiva e istintiva di trovare e attrarre situazioni e persone che permettono la creazione di un ambiente creativo, e i risultati sono evidenti. 

Ernesto non fa alcun tentativo di forzare chiunque in un modo ‘giusto’ di fotografare, principianti e fotografi esperti imparano sia da lui sia fra loro, ed è sempre un piacere guardare come tutti costruiscono il proprio lavoro durante tutta la durata del workshop. E’ chiaro che l’ambiente che si crea in questi workshop vada molto, ma molto al di là di fotografare, e in una certa, strana maniera penso che siano proprio le conversazioni e le interazioni con Ernesto e tutti gli altri studenti che espandono il nostro pensiero con il chiaro vantaggio di creare nuove possibilità artistiche per ognuno di noi. 

Questi sono stati il mio quarto e quinto workshop con Ernesto e non saranno gli ultimi. Vedo questi corsi come una parte essenziale della mia crescita come fotografo e sono pienamente intenzionato a continuare a seguire questi nuovi passi in avanti che ho fatto qui in una splendida, mistica Bahia.

Colin Steel

 



 

01_GeralynShukwit.jpg02_GeralynShukwit.jpg03_GeralynShukwit.jpg04_GeralynShukwit.jpg05_GeralynShukwit.jpg06_GeralynShukwit.jpg07_GeralynShukwit.jpg08_GeralynShukwit.jpg09_GeralynShukwit.jpg10_GeralynShukwit.jpg11_GeralynShukwit.jpg12_GeralynShukwit.jpg13_GeralynShukwit.jpg14_GeralynShukwit.jpg15_GeralynShukwit.jpg16_GeralynShukwit.jpg17_GeralynShukwit.jpg18_GeralynShukwit.jpg19_GeralynShukwit.jpg

® Geralyn Shukwit

 

Mezza sveglia con la mia mente ancora a Bahia, è difficile riprendere una vita normale. La città è coperta dal grigiore, l’aria è così fredda, preferisco stare ferma e ricordare le ultime settimane: il calore, i colori, la terra e le persone – assieme ad amici vecchi e nuovi, molte risate e storie che terrò sempre nel mio cuore. So bene che queste sensazioni mi accompagnano sempre dopo ogni avventura con Ernesto. 

In questo workshop, che ogni giorno ci ha regalato qualcosa di nuovo – il piano A si trasformava in piano B fino a diventare improvvisamente piano C. Abbiamo seguito il flusso d’energia, incontrando pezzi visivi del nostro viaggio lungo il cammino. Sarò sempre grata per la guida e per le conversazioni che hanno aperto la mia mente e ampliato la mia visione rispetto al mio lavoro fotografico. Fatico ancora a mettere a fuoco il mio progetto, ma grazie a tutto il tempo dedicatomi e alle riflessioni che abbiamo fatto editando il mio lavoro sto iniziando a vederlo nel suo insieme. 

Come sappiamo bene questi workshop sono molto di più del semplice atto di scattare foto: si sperimenta la vita, l’atto del vedere, dell’ ascoltare e del condividere. Tammy, Romain, Colin, Marcy, Santiago, ed Ernesto – ecco un altro workshop indimenticabile! 

Per ogni gobba lungo il cammino, ogni camion e ogni rana schiacciata, ogni emergenza di birra o caipirinha … le nostre sessioni di editing sono state incredibili e le immagini di tutti noi sono state davvero avvincenti. Vorrei che fosse tutti qui … Con amore.

Geralyn Shukuwit

Non è quello che si guarda quello che importa, è quello che si vede. – Henry David Thoreau

 



 

01_marcy_cohen.jpg02_marcy_cohen.jpg03_marcy_cohen.jpg04_marcy_cohen.jpg05_marcy_cohen.jpg06_marcy_cohen_.jpg07_marcy_cohen.jpg08_marcy_cohen.jpg09_marcy_cohen.jpg10_marcy_cohen.jpg11_marcy_cohen.jpg12_marcy_cohen.jpg13_marcy_cohen.jpg14_marcy_cohen.jpg15_marcy_cohen.jpg16_marcy_cohen.jpg

® Marcy Cohen

 

Le migliori esperienze di vita sono talvolta quelle vissute prima e dopo. La speranzosa anticipazione e la gioia della reminiscenza. Come fotografi siamo benedetti con segni del ricordo nelle fotografie che ci vengono concesse. Le esperienze che abbiamo condiviso questo febbraio a Bahia sono state struggenti e meravigliose mentre le vivevamo, ma diventano ancora più forti col passare del tempo. Proprio oggi nel vedere su FB la foto di Santiago del “Re” Ernesto mentre è abbracciato dalla “Regina” di Maragogipe e la foto di Ernesto orgoglio tenendo fra le sue mani il menabò del libro di Willard With Animals porta un largo sorriso al mio viso e mi ricorda di quanto sia stata fantastica l’esperienza e di quanto sia stato bello e unico il gruppo che abbiamo avuto a Cachoeira. I dieci giorni che abbiamo passato sono stati intensi e intimi, come in un sogno – abbiamo lavorato duro e ho imparato molto.

Sono grata a Ernesto per aver condiviso la sua profonda conoscenza di Bahia – non è stato un workshop superficiale ma piuttosto la possibilità di scavare sotto la superficie delle cose visitando persone e luoghi che Ernesto conosce già da anni – le situazioni non erano necessariamente facili da fotografare, ma ricche d’intimità e di mistero, una volta che aprivi i tuoi occhi e il tuo cuore. 

Il mio primo workshop con Ernesto in Sicilia nove anni fa ha cambiato la mia fotografia come nessun’altra esperienza. Quest’ultimo viaggio è sicuramente un altro punto di svolta. Grazie Ernesto, Colin, Tammy, G, Santiago e Romain per 10 giorni e notti meravigliose. 

Attendo con ansia la prossima volta.

Marcy Cohen

 



 

01_Romain_Fournier.jpeg02_Romain_Fournier.jpeg03_Romain_Fournier.jpeg04_Romain_Fournier.jpeg05_Romain_Fournier.jpeg06_Romain_Fournier.jpeg07_Romain_Fournier.jpeg08_Romain_Fournier.jpeg09_Romain_Fournier.jpeg10_Romain_Fournier.jpeg11_Romain_Fournier.jpeg12_Romain_Fournier.jpeg

® Romain Fournier

 

Questo workshop è stato intenso e speciale con avventure che ci attendevano a ogni angolo. Al di là di esplorare un luogo, la sua gente e le sue tradizioni, abbiamo anche avuto molte opportunità per scoprire e imparare dal lavoro di ciascuno di noi attraverso intense sessioni di editing. Mi è piaciuto scoprire nuovi lavori e avere avuto la possibilità di discutere con gli altri fotografi le ragioni che stanno dietro ogni immagine. E ‘stato anche bello rivedere degli amici di workshop passati e vedere quanto sia cresciuto il loro lavoro. Ancora non riesco a credere come sia stato possibile partecipare  alla sequenza del libro di Willard With Animals solo poche settimane prima che andasse in stampa. Complimenti Willard! Non vedo l’ora d’avere il tuo libro fra le mani e riscoprire il tuo intimo lavoro nella tranquillità di casa. 

Grazie Ernesto per permettere tutto quanto qui sopra descritto durante il workshop .

Ciao, Romain Fournier

 



 

01_Santiago_Llobet.jpg02_Santiago_Llobet.jpg03_Santiago_Llobet.jpg04_Santiago_Llobet.jpg05_Santiago_Llobet.jpg06_Santiago_Llobet.jpg07_Santiago_Llobet.jpg08_Santiago_Llobet.jpg09_Santiago_Llobet.jpg10_Santiago_Llobet.jpg11_Santiago_Llobet.jpg12_Santiago_Llobet.jpg13_Santiago_Llobet.jpg14_Santiago_Llobet.jpg15_Santiago_Llobet.jpg16_Santiago_Llobet.jpg

® Santiago Llobet

 

Il Carnevale brasiliano è sempre stato una calamita per i fotografi come il miele per le mosche. Il workshop proposto da Ernesto prevedeva di fotografare il carnevale e le tradizioni di Iemanjà a Bahia in piccoli centri, nei villaggi, lontano dalle grandi città affollate e con i pericoli sempre presenti. Ho sentito che sia stata un’esperienza che non potevo assolutamente perdermi.

Come in tutti i workshop di Ernesto il viaggio diventa un’esperienza di grande apprendimento (umano e fotografico), viaggio e divertimento. Questi workshop mettono assieme le tre cose e questo è il motivo per cui noi studenti abbiamo sempre la sensazione che siano troppo brevi. Si potrebbe stare un po’ più a lungo, e poi un po’ di più, e poi un po’ di più. Bahia e il carnevale hanno lasciato il segno.

La fotografia e l’anima devono sempre andare insieme permettendo una maniera unica di guardare alla vita. Questa è la visione che Ernesto ci insegna in ogni momento. Segui il tuo cuore. Adesso e sempre.

Grazie Bahia, Ernesto e tutti per tutto quello che mi avete insegnato. Tornerò.

Santiago Llobet Lligé

 



 

01_TammyMerino.jpg02_TammyMerino.jpg03_TammyMerino.jpg04_TammyMerino.jpg05_TammyMerino.jpg06_TammyMerino.jpg07_TammyMerino.jpg08_TammyMerino.jpg09_TammyMerino.jpg10_TammyMerino.jpg11_TammyMerino.jpg12_TammyMerino.jpg13_TammyMerino.jpg14_TammyMerino.jpg15_TammyMerino.jpg16_TammyMerino.jpg17_TammyMerino.jpg18_TammyMerino.jpg19_TammyMerino.jpg20_TammyMerino.jpg21_TammyMerino.jpg22_TammyMerino.jpg23_TammyMerino.jpg24_TammyMerino.jpg25_TammyMerino.jpg26_TammyMerino.jpg

® Tammy Merino

 

Bahia come sempre è stata un’esperienza meravigliosa, ma questa volta è stato diverso. Qualcosa era cambiato in me e nelle persone. Si è venuto a creare un legame tra me e loro che ha ulteriormente approfondito l’esperienza. 

Per me il workshop con Ernesto è molto di più di un apprendimento fotografico, rappresenta una ricerca spirituale e una crescita personale. Rivedere le famiglie bahiane ogni anno è motivo per ringraziare molto sia la vita sia Ernesto. 

Questo viaggio non sarebbe stato lo stesso senza le persone fantastiche e meravigliose con cui ho condiviso due settimane! Grazie G, Romain, Colin, Santi, Marcy e Ernesto per le risate quotidiane, per farmi felice in ogni momento e per essere un’eccellente compagnia. Grazie a tutti per il vostro immenso sostegno, per ascoltarmi e per essere i migliori critici costruttivi!  “Beer Emergency” che gruppo incredibile. Già mi mancate!

Grazie Ernesto per la tua saggezza, per avermi aiutato a crescere e per avere quel grande cuore che ti permette di trasmettere le tue conoscenze in maniera così naturale! “BEER EMERGENCY” siamo i migliori !

Tammy Merino

 


Torna alle Gallerie 2015

Share