Galleria L´Avventura

Oaxaca, Messico 2014

Español       Ingles


 

calvin_chen_01.jpgcalvin_chen_02.jpgcalvin_chen_03.jpgcalvin_chen_04.jpgcalvin_chen_05.jpgcalvin_chen_06.jpgcalvin_chen_07.jpgcalvin_chen_08.jpgcalvin_chen_09.jpgcalvin_chen_010.jpgcalvin_chen_011.jpgcalvin_chen_012.jpgcalvin_chen_013.jpg

® Calvin Chen

 

Ciò che rende i workshop di Ernesto veramente unici non sono solo le mete esotiche, ma  il viaggio in se stesso. Ci sono sempre occasioni per le foto che non avrei mai immaginato, ma è molto di più che le foto. Il workhop c’insegna a vedere, è un viaggio interiore, si conoscono persone straordinarie che si incontrano lungo il cammino. Mi sento sempre una persona migliore dopo averne seguito uno.

Calvin Chen

 



 

carlos_canon_01.jpgcarlos_canon_02.jpgcarlos_canon_03.jpgcarlos_canon_04.jpgcarlos_canon_05.jpgcarlos_canon_06.jpgcarlos_canon_07.jpgcarlos_canon_08.jpgcarlos_canon_09.jpgcarlos_canon_010.jpgcarlos_canon_011.jpgcarlos_canon_012.jpgcarlos_canon_013.jpgcarlos_canon_014.jpgcarlos_canon_015.jpgcarlos_canon_016.jpg

® Carlos Canon

 

 



 

giorgio_negro_01.jpggiorgio_negro_02.jpggiorgio_negro_03.jpggiorgio_negro_04.jpggiorgio_negro_05.jpggiorgio_negro_06.jpg

® Giorgio Negro

 

Oaxaca é sempre Oaxaca, sembrerebbe che sto tornando qui a ripetere le stesse cose, le stesse foto, a vivere le stesse situazioni e perdermi nelle stesse illusioni.  E invece no. Ripercorrere i passi di un viaggio già vissuto mi sorprende con nuove inaspettate magie. Riesco a distinguere qualche riflesso di misteri  che la fretta del passato mi aveva negato,  nuovi barlumi di un mondo segreto e allucinato che chissà, forse un giorno arrivero’ a penetrare, a capire.
La scoperta é l’essenza di questo viaggio, guardare avanti, seguire il fiuto di Ernesto per l’inatteso, il miracolo che si materializza all’improvviso e si lascia, a fatica, fotografare.
Grazie a tutti voi, compagni di questa Avventura.

Giorgio Negro

 

 



 

javier_alonso_01.jpgjavier_alonso_02.jpgjavier_alonso_03.jpgjavier_alonso_04.jpgjavier_alonso_05.jpgjavier_alonso_06.jpgjavier_alonso_07.jpgjavier_alonso_09.jpgjavier_alonso_010.jpgjavier_alonso_011.jpgjavier_alonso_012.jpgjavier_alonso_013.jpg

® Javier Alonso

 

Ogni sito costruisce il proprio dialogo con le persone che vi abitano e questo si traduce in diverse opportunità fotografiche in termini di ritmo, forma e contenuto. Oaxaca mi ha sorpreso con il suo speciale rapporto tra la vita e la morte, mantenuta attraverso le tradizioni che vengono da tempi lontani. L’arco di tempo in altari improvvisati in ogni casa, i gruppi mascherati, i huehuentones, la generosità che la gente aveva con noi nell’onorare i loro morti e la sottile serenità trascorrendo la notte con i propri defunti nei cimiteri … sono ricordi che vivranno per sempre  nella mia memoria. Certo, queste sono cose che vivono solo con una macchina fotografica in mano, che diventa il passaporto per essere in prima linea in queste esperienze. Carnalito Juan, il tuo paese è grande!

Questo è stato il mio secondo workshop con Ernesto, dopo il workshop di Pasqua in Sicilia di quest’anno. Ancora una volta ho trovato l’aiuto e l’amicizia di Ernesto nel suo sforzo di mantenere una buona energia, nella sua esigenza, nella disciplina e il rigore di analisi durante el workshop. Da parte mia, ho cercato di dare il meglio di me, ma questa volta con una sensazione diversa, forse essendo più consapevole della sfida che dovevo affrontare. Le dinamiche di gruppo, come è successo in Sicilia, hanno aiutato molto ed è sono state molto arricchenti: eccellenti fotografi e grandi persone e un sacco di onestà nell’analisi fotografica e le revisioni del lavoro di ognuno. E soprattutto il tempo condiviso  mangiando le uova alla messicana e bevendo il mescal di settantasette gradi. Sarebbe un’ingiustizia non citare i consigli lucidi di Giorgio, le camminate con Carlos o la generosità quasi biblica di Umit. Grazie a tutti per condividere questa esperienza di vita e di fotografia.
Passione, pazienza e perseveranza!

Francisco Javier Alonso

 



 

jodi_champagne_01.jpgjodi_champagne_02.jpgjodi_champagne_03.jpgjodi_champagne_04.jpgjodi_champagne_05.jpgjodi_champagne_06.jpgjodi_champagne_07.jpgjodi_champagne_08.jpgjodi_champagne_09.jpgjodi_champagne_010.jpgjodi_champagne_011.jpg

® Jodi Champagne

 

 



 

lucia_cattaneo_01.jpglucia_cattaneo_02.jpglucia_cattaneo_03.jpglucia_cattaneo_04.jpglucia_cattaneo_05.jpglucia_cattaneo_06.jpglucia_cattaneo_07.jpglucia_cattaneo_08.jpglucia_cattaneo_09.jpglucia_cattaneo_010.jpglucia_cattaneo_011.jpg

® Lucia Cattaneo

 

Questo è stato il mio primo workshop con Ernesto e anche la mia prima esperienza in Messico. Sono rimasta completamente affascinata da Oaxaca e dai villaggi nella Sierra. Seguire le celebrazioni autentiche per la festa dei morti è stato magico ed emozionate, accompagnare le comparse nelle case, ballare con loro, conoscere le tradizioni diverse di villaggio in villaggio, condividere con loro cibo e mezcal…tanti tanti momenti indimenticabili.
Ho imparato tanto da Ernesto e da tutti i miei compagni di avventura! Rientro da questo workshop arricchita fotograficamente e umanamente, con una grande voglia di continuare a Fotografare e la speranza di poter ripetere questa meravigliosa esperienza.

Lucia Cattaneo

 



 

Paul_M_Murray_01.jpgPaul_M_Murray_02.jpg

® Paul M. Murray

 

 



 

tom_foster_01.jpgtom_foster_02.jpgtom_foster_03.jpgtom_foster_04.jpgtom_foster_05.jpgtom_foster_06.jpgtom_foster_07.jpgtom_foster_08.jpgtom_foster_09.jpgtom_foster_010.jpgtom_foster_011.jpgtom_foster_012.jpgtom_foster_013.jpgtom_foster_014.jpg

® Tom Foster

 

Oaxaca è stato il mio terzo workshop con Ernesto. Come negli altri workshop, questo corso non è stato solo un’occasione per fare grandi foto ma anche una vera e propria avventura. E’ stata l’occasione per sperimentare fotograficamente in una cultura diversa da quelle che già conoscevo. A Oaxaca, ho sentito una cultura meno preoccupata del guadagno materiale, con un maggiore collegamento spirituale e il desiderio di festeggiare con i propri cari: vivi e morti. Come nei due workshop precedenti, ci siamo ritrovati davanti a meravigliose, magiche sorprese.
Ancora una volta mi sono trovato all’interno di un mondo pieno di gioia, lacrime, festa, spiritualità e amore. E’ strano e bello allo steso tempo vedere da vicino una cultura che si prende il tempo di celebrare, di onorare e di comunicarsi con i propri defunti. Seguendo las comparsas mascherate da una casa all’altra era una gioia piena di musica, danza, birra e liquori.

Ancora una volta, la guida e la critica di Ernesto è stata la chiave per catturare queste poche immagini speciali che sarebbero altrimenti sfuggite alla mia attenzione. Le sue oneste e severe valutazioni delle foto mi hanno costretto a scavare in profondità e vedere cosa c’è sotto la superficie della vita.

Tom Foster

 



 

umit_okan_01.JPGumit_okan_02.JPGumit_okan_03.JPGumit_okan_04.JPGumit_okan_05.JPGumit_okan_06.JPGumit_okan_07.JPGumit_okan_08.JPGumit_okan_09.JPGumit_okan_010.JPGumit_okan_011.JPGumit_okan_012.JPGumit_okan_013.JPGumit_okan_014.JPGumit_okan_015.JPGumit_okan_016.JPGumit_okan_017.JPGumit_okan_018.JPGumit_okan_019.JPGumit_okan_020.JPGumit_okan_021.jpgumit_okan_022.jpgumit_okan_023.jpgumit_okan_024.jpg

® Umit Okan

 

Ancora una volta è stato molto bello ritornare a Oaxaca. Come sempre, mio sono goduto tanto il tempo trascorso in Messico. Mi mancavano i miei kankas …
Al di là della fotografia, rivedersi con gli amici, bere mescal silvestre, ballare mezzo ubriaco con le comparse sono ricordi indimenticabili …
Devo ringraziare Ernesto per la sua guida, l’amicizia e per rendere possibile questo bellissimo viaggio.

Umit Okan

 



Torna alle Gallerie 2014

 

Share