Galleria Titanic 7

Iquitos, Perù 2010

Español       Ingles


 


 

® Frank Baudino

 

L’esperienza d’Iquitos è andata oltre la mia immaginazione. Non ero mai stato prima in una zona così eccitante e ricca di opportunità fotografiche. Ho dormito male durante il workshop semplicemente perchè lottavo per assorbire tutte queste nuove sensazioni che mi “assalivano” ogni giorno. Il mercato d’Iquitos era alquanto diverso da quelli che avevo visto in passato e vi posso assicurare che di mercati in giro per il mondo ne ho visti. La scena quotidiana era pervasa dal caos e l’illegalità. L’estremo opposto era la semplicità, l’innocenza e la tranquillità della gente che vive a Belem, la città galleggiante lungo il Rio delle Amazzoni. Dei bambini si avvicinavano alla nostra barca tenendo fra le loro braccia un bradipo come se fosse un orsetto e abbiamo avuto la libertà d’entrare nelle loro case liberamente, cosa impensabile (e probabilmente pericolosa) negli Stati Uniti.

Siamo stati particolarmente fortunati d’avere un gruppo di studenti con molto talento e le nostre abilità fotografiche sono cresciute, con l’aiuto di Ernesto, durante la quotidiana revisione dell’e immagini. E’ stato anche rincuorante quando Ernesto ha reso onore a Willard per i suoi venti workshop assieme e a me che ne ho fatti dieci regalando ad ognuno dei due una bella stampa fotografica di una foto che aveva scattato ad Itaparica, un’isola di fronte a Salvador de Bahia, in Brasile. Abbiamo avuto anche l’opportunità di collaborare con l’editing dalle stampe del futuro libro a colori di Ernesto su Cuba, Al Campo.

Sento alo stesso tempo d’avere fatto molti progressi dal mio primo workshop a Cuba nel 2002 però mi sento ancora un principiante. Sono molto più capace, occasionalmente, di riconoscere, quando le mie fotografie vanno al di là della mera descrizione, quando colgono momenti belli ed artistici. Ne sarò sempre grato!

Frank Baudino

 



 


 

® Linda Kay Myers

 

Iquitos in Perù è un luogo affascinante, dove la gente ha appreso ad adattarsi alla vita lungo l’Amazzonia. Abbiamo visto uccelli ed animali esotici, mangiato molto pesce e viaggiato su delle motociclette adibite a rickshaw e barche invece dei taxi normali. La gente è molto calda e amichevole e sembra che ami avere fatte foto. Mi è piaciuta molto l’ospitalità e lo spirito generoso delle persone che ho conosciuto in Perù e spero di avere l’opportunità di ritornare.

Linda Kay Myers

 



 


 

® Liz Loh Taylor

 

Pieno di sentimento e ispirazione, impregnato d’umiltà. Queste poche parole provano a riassumere la mia esperienza ad Iquitos con Ernesto durante un workshop molto speciale. Avevo appreso da un altro studente che Ernesto è un maestro straordinario. La mia curiosità mi ha portato faccia a faccia con lui e ho avuto il piacere d’apprendere per dieci giorni da una straordinaria persona, un maestro e fotografo fuori dal comune. “Devi giustificare l’intero fotogramma, ogni cosa deve avere una sua ragione d’essere”. Queste parole sono risuonate nella mia testa per l’intera durata del workshop e continuano a farlo anche adesso. Sembrano così semplici e allo stesso tempo sono così difficili! L’incoraggiamento solenne d’Ernesto continuava sebbene ogni giorno sembrava che diventasse più difficile fotografare.

Iquitos è un luogo pieno di vita! Ogni strada, ogni angolo, ogni persona che incontravamo, ogni relazione marcava la mia vita dal mercato ai villaggi. Siamo stati così fortunati di poter visitare e fotografare luoghi e gente grazie ad Ernesto. Essere benvenuti in ogni casa come se fossimo parte della famiglia sarà una delle cose che non dimenticherò mai.

Grazie Ernesto per questi 10 giorni straordinari, per essere così dedicato al tuo lavoro, così aperto a condividere con tutti noi la tua esperienza, per aiutarmi a vedere e a sviluppare la mia visione fotografica. Sento d’essere cresciuta enormemente in un breve periodo di tempo. Non potevo chiedere di più per avere un miglior maestro. Un grande grazie a tutti gli altri studenti da cui ho anche appreso molto.

Liz Loh Taylor

 



 


 

® Sophie Peeters

 

Iquitos – l’Amazzonia – avevo grandi aspettative e posso dire che l’esperienza è andata ben oltre. Mi sento molto fortunata d’avere preso parte a questo workshop straordinariamente speciale. Mi sono goduta immensamente l’armonia del gruppo (grazie a tutti!), i momenti divertenti, le persone meravigliose che abbiamo incontrato lungo il nostro cammino e naturalmente le tante stimolanti situazioni fotografiche che Ernesto c’incoraggia a catturare in una maniera speciale. Anche se solo per 10 giorni – l’atmosfera dell’Amazzonia è cresciuta dentro di me. Riporto a casa una sensazione che mi ricorda una calamita che mi vorrebe riportare lì.

Sophie Peeters

 



 


 

® Theo Erbenius

 

Forse la maniera migliore per descrivere questi dieci giorni è dicendo che è stato come un “risveglio”. Per diversi motivi le mie fotografie ultimamente mancavano di cuore e anima e le creavo più con la mia testa. Le trovavo fredde, rigide e prive di magia. Ernesto, che è una persona molto generosa e piena di cuore, è stato l’antidoto perfetto. Solamente vederlo in azione è fonte d’ispirazione. E vedere quanto sia consapevole di possibili opportunità fotografiche anche nel bel mezzo di una conversazione è sconvolgente. Quando vede una foto e cerca di coglierla è uno spettacolo bellissimo. Ci consiglia di non scattare troppo e di fare foto solamente quando sentiamo che la nostra anima si commuove. Cosa così importante ma anche così facile da dimenticare. E poi viene la parte in cui ci viene detto che dobbiamo giustificare l’intero fotogramma. Anche questo cosa non è facile! Durante questi piacevoli 10 giorni, mi sembra d’avere colto l’essenza di cosa significhi scattare una bella, “fottuta” foto. E credetemi, non è affatto cosa facile. Ma con la pratica arrivano le soddisfazioni e dopo 10 giorni magici mi sento così ispirato da voler continuare questo viaggio fotografico verso un futuro incerto. Ringrazio tanto sia Ernesto sia i miei compagni di avventura e l’incredibile generosità della gente d’Iquitos che hanno reso possibile questa magnifica esperienza.

Theo Erbenius

 



 


 

® Willard Pate

 

Prima d’incontrare il resto del gruppo all’aeroporto di Lima per il nostro volo ad iquitos, assieme a Linda Kay abbiamo fatto un viaggio a Cusco e dintorni, che ritengo sia il mio luogo favorito fra i workshop di Ernesto. Adoro ritornare a quella terra amorevole patria di lama e pecore e vedere le maestuose Ande. Il workshop d’Iquitos è stata un’esperienza memorabile sia perché era il mio ventesimo workshop con Ernesto – il migliore e il più generoso maestro di fotografia che io conosca – sia perchè l’ho condivo con degli altri “vecchi” studenti di Ernesto come Frank, Sophie e Linda Kay, e con Teo e Liz, due giovani talenti nella crescente “famiglia” di Ernesto. I miei ringraziamenti vanno ad Ernesto e a tutti gli studenti che ho avuto il piacere di conoscere in quasi dieci anni di workshop.

Willard Pate

 


Torna alle Gallerie 2010

Share