Galleria El Tercer Elemento

New York, US 2009

Español       Ingles


 

®Dallas McNamara

 
All’ultimo minuto, ho deciso di seguire un workshop di Ernesto Bazan a Brooklyn, sulla base di un suggerimento di un amico fotografo. Dopo una visita alla sua pagina web e seguendo il mio intuito ho deciso di seguirlo. Il mio primo giorno la porta delle sua casa era parzialmente aperta. La sua casa era piena dei suoni felici dei suoi figli Pietro e Stefano e dal bel sorriso di benvenuto di sua moglie Sissy.
Senza perdere molto tempo abbiamo incominciato a lavorare sodo. Ernesto Bazan ci stava dando del feedback sul nostro lavoro iniziale e dandoci un’idea su dove avremmo dovuto fotografare e come dovremmo seguire. Bazan è molto severo nell’editing, ma come ci ha detto: “Voglio che il tuo lavoro non venga accettato solamente da voi adesso, ma deve sopravvivere il test del tempo e deve continuare a rimanere valido per anni. Il formato del wokshop era quello di cui avevo bisogno sotto tanti aspetti diversi.
E’ stato un onore studiare con Ernesto. C’insegna come scatta le sue fotografia – come vive la sua vita- con il suo cuore e la sua anima. Mi auspico di poter seguire altri workshop e degli scambi speciai con Ernesto, e la bellezza e la magia che egli aiuta a creare.
Amore e pace per te e la tua famiglia.

Dallas McNamara
 



 

®Laura Inés Oliveros

 
E’ stata un’esperienza unica. Grazie ad Ernesto ho imparato e capito come creare un fotografo. La vita si costituisce su situazioni, momenti che per un fotografo rappresentano un’esperienza fotografica. Per essere un fotografo si richiede vedere ogni momento con occhi diversi.. Come ha detto Ernesto dobbiamo essere cacciatori di situazioni che stimolano il nostro occhio interno (il tuo cuore). Nel lavoro di Ernesto vedi la sua posizione sulla fotografia riflessa in se stesso. Questo workshop è stato uno spazio dove crescere come fotografo, dove si è rafforzato il mio criterio su cosa dovrebbe essere una buona foto. A parte la critica, l’approvazione, il rigetto e inoltre le discussioni su quali sono gli aspetti precipui che compongono una buona foto, hanno giocato un ruolo assoluto. Ma la cosa più importante è stata capire che la fotografia è vita nel senso che si continua a costruire dalle diverse esperienze. In tal modo la gioia, la sofferenza e gli altri sentimenti che la stessa vita crea sono riflessi nelle fotografie permettendo lo sviluppo del suo proprio, unico linguaggio.

Laura Inés Oliveros

 



 

®Stan Raucher

 

Il mio Workshop a New York con Ernesto è stata un’esperienza incredibile. Ernesto è un fotografo dal grande talento, un maestro meraviglioso e un essere umano altrettanto meraviglioso. Mi ha aiutato realmente a raffinare la mia visione e a migliorare le mie capacità di editare il mio lavoro. Queste mie abilità nell’editing si sono tradotte nella mia maniera di scattare, e con il progredire del workshop sono diventato molto più selettivo quando fotografavo. Un altro avvenimento saliente del workshop è stata l’opportunità di trascorrere tempo e di condividere alcuni pasti con la famiglia di Ernesto. Questo è stato il mio primo workshop con Ernesto e certamente vorrò seguirne degli altri in futuro.

Stan Raucher
 


Torna alle Gallerie 2009

Share