Los Vampiros de la Fotografia

Cuzco, Peru 2013

Español       Ingles


Cuzco,PeruLa nostalgia dei primi giorni è quasi svanita grazie al caloroso benvenuto che abbiamo ricevuto costantemente dalla gente peruviana.
L’idea di spostare le date del workshop nella Valle Sacra da ottobre a novembre è stata un’ottima mossa perché dopo undici anni scattando negli stessi luoghi, le stesse feste, ho permesso a me e ai miei studenti di continuare l’esplorazione di questa regione affascinante.
Questi giorni trascorsi nelle campagne, fermandoci dovunque c’era un’opportunità, condividendo conversazioni e chichas con le accoglienti famiglie contadine che abbiamo incontrato lungo il cammino, sono stati molto speciali. Ciascuno uno degli studenti sta apprezzando la fortuna che ci accompagna.
Nei workshop precedenti non avevamo mai percorso tanto cammino. Abbiamo vissuto nuove celebrazioni viaggiando sopra dei quattromila metri di altezza nel pulmino guidato dal fidato Victor, scoprendo nuovi, straordinari paesaggi, essendo ricevuti con grande entusiasmo dalla gente.
Posso dichiarare tranquillamente che il gruppo Los Vampiros de la Fotografia è stato, con certezza, il più completo e complesso in tutti questi anni. Ci siamo imbattuti in momenti semplici e incredibili come quello dei bambini e dei gattini. Come dei buoni vampiri assetati siamo discesi su di loro nella speranza di catturare l’interessante relazione fra gatti e ragazzini. Che situazione! Senza intralciare il lavoro reciproco, abbiamo fotografato in maniera corale questi momenti preziosi.
Per caso ci siamo trovati a fotografare un festival di danza tradizionale. Centinaia, di bambini, di ragazzini e addirittura anche i loro maestri stavano partecipando all’evento. La musica, le danze, i costumi colorati, i gesti sensuali dei ballerini hanno fatto scorrere lacrime di gioia sul mio viso. Mi hanno fatto capire perché da dodici anni sento qui un amore profondo e incondizionale per questo paese; perché continuo a ritornare a questi luoghi. Così tanti ricordi, molti momenti indimenticabili sono diventati un’importante parte di me.
Il Perù è sicuramente il mio paese favorito in America del Sud; qui, sento che le persone sono ancora in perfetta sintonia con il loro passato, le tradizioni, la musica, la loro vita. Nonostante la globalizzazione, il paese fa di tutto per difendere le proprie radici. I Peruviani con orgoglio ci dicono: non vogliamo essere uniformati.
Questa mattina, dopo una deliziosa prima colazione e la selezione quotidiana delle immagini dei miei nove studenti, ascenderemo nuovamente sopra i quattro mila metri unendoci a numerose comunità contadine per i festeggiamenti in onore del loro villaggio.
Ci stiamo preparando per questa nuova avventura, dove potremo toccare le nuvole con le dita.
Una cosa è chiara: l’esplorazione continuerà negli anni a seguire durante nuove stagioni per avere una visione più profonda di questa terra ancestrale.
Voglio umilmente ringraziare cada uno dei miei studenti che assieme alle immagini uniche che hanno scattato, hanno anche condiviso questi giorni indimenticabili.
Bruce, Debby, Geralyn, John, Justin, Leonardo, Monica, Stein e Tom, la vostra presenza ha reso possibile questo workshop.
Vi ringrazio per ascoltarmi, per avermi aiutato a fare la cernita del mio lavoro cubano, messicano e peruviano, per avere condiviso questo lungo viaggio, per i momenti ameni nella condivisione dell’incredibile cibo peruviano come il ceviche di sogliola, i calamari fritti, il riso saltato con gamberi e le deliziose empanadas di Ernestina.
Molti dei ricordi condivisi continueranno a fluttuare dentro di me.
Non vedo l’ora che arrivi il prossimo maggio, 2014. Preparatevi per un nuovo viaggio spirituale, dove il cielo e la terra s’incontrano.

EB

Galleria Fotografica


Torna alle gallerie 2013

Share